Mantenere        

un flusso costante

Chi è interessato dal nuovo decreto tedesco sull'acqua potabile?

I proprietari di immobili, i locatori e gli amministratori condominiali.
L'azienda di fornitura di servizi idrici è responsabile della qualità dell'acqua fino al punto di consegna, costituito solitamente dal contatore dell'acqua. Da questo punto in poi, la qualità dipende dall'impianto domestico ed è di responsabilità dei proprietari/gestori degli impianti.

Ai sensi del § 13 del nuovo decreto tedesco sull'acqua potabile, ogni impianto di fornitura di acqua calda deve essere segnalato all'ufficio di igiene responsabile.

È possibile scaricare qui il modulo per la dichiarazione.

Con il decreto TrinkwV, a partire dal 1° novembre 2011, vigono particolari obblighi di analisi. Ai sensi del § 14 comma 3 del decreto TrinkwV, per proprietari, comproprietari, cooperative edilizie e amministratori condominiali alle loro dipendenze, vige l'obbligo di far verificare, una volta l'anno, l'eventuale presenza di legionelle nell'impianto per acqua potabile da un'azienda certificata (vedi assistenza / svolgimento / costi). L'operazione viene eseguita in conformità al foglio di lavoro DVGW W 551 e riguarda gli impianti di riscaldamento di acqua sanitaria con capacità pari ad almeno 400 litri o le tubazioni dell'acqua calda che presentano almeno 3 litri di volume tra la caldaia e il punto di prelievo: praticamente tutte gli immobili multifamiliari. Il numero di punti di campionatura rappresentativi si orienta alla disposizioni tecniche generalmente accettate, descritte nel foglio di lavoro DVGW.

Dove avviene la campionatura?

Solitamente, la campionatura dell'acqua deve avvenire all'uscita della caldaia per acqua sanitaria (tubazione di mandata dell'acqua calda) e al termine della conduttura di circolazione (tubazione di ritorno dell'acqua calda), prima della reimmissione nella caldaia. È necessario inoltre analizzare l'acqua di ogni tubo montante, nel punto di prelievo più distante dalla caldaia e in quello meno utilizzato.

 


Rubinetti di campionatura in conformità a DVGW, primo requisito tecnico Probenahmehahn

Nel caso non fossero già presenti, è necessario far installare da un idraulico rubinetti di prelievo sterilizzabili alla fiamma, a monte e a valle della caldaia (rubinetti di campionatura in conf. a DVGW), idonei al prelievo di campioni per analisi microbiologiche.
Contattate il vostro idraulico di fiducia. Come alternativa alla sterilizzazione alla fiamma dei rubinetti, è possibile utilizzare CARELA® fix &, un disinfettante a spruzzo pronto per l'uso, con il quale è possibile sterilizzare correttamente e rapidamente i punti di campionatura.

Campionatura ai sensi di DIN EN ISO 19458

La campionatura viene effettuata in conformità a DIN EN ISO 19458, ciò significa che può essere eseguita solo da addetti qualificati alla campionatura. L'effettiva analisi delle legionelle può essere effettuata solo da laboratori autorizzati per legge e annoverati in specifici elenchi.

Obbligo di denuncia in caso di valore tecnico d'intervento superato (>100 UFC/ml)

In seguito all'avvenuta campionatura e all'analisi dell'acqua potabile, è necessario inviare all'ufficio di igiene responsabile i risultati delle analisi entro due settimane dal loro completamento; nel caso in cui il cosiddetto valore tecnico d'intervento venga superato (concentrazione di legionelle pari o superiore a 100 UFC/100 ml; UFC= unità formanti colonie), il valore deve essere comunicato immediatamente (§§ 15, 16 del decreto TrinkwV).
Nel caso in cui si sia indicato l'ufficio di igiene responsabile e si sia concessa l'autorizzazione, la comunicazione all'ufficio di igiene può anche essere effettuata dal laboratorio.

Una volta all'anno, è inoltre obbligatorio mettere a disposizione dei locatari di immobili multifamiliari il materiale informativo relativo alla qualità dell'acqua potabile, stilato sulla base dei risultati delle analisi (vedi § 21 comma 1 del decreto TrinkwV).

 

Analisi di pericolosità: obiettivo e portata

Grazie all'analisi di pericolosità possono essere identificati in modo sistematico le carenze o gli eventi che hanno determinato la contaminazione dell'impianto per acqua potabile (ad es. con legionelle). Sulla base di ciò, è possibile stimare e valutare i rischi e decidere le eventuali misure a cui dare priorità.

Per saperne di più >>> Analisi di pericolosità

È il gestore a dover richiedere l'analisi di pericolosità. L'ufficio di igiene controlla semplicemente se il gestore ottemperi ai suoi obblighi. Nella scelta del fornitore di servizi, è necessario prestare attenzione alla qualifica dei periti tecnico-igienici addetti alle analisi di pericolosità.

È possibile richiedere all'azienda CARELA GmbH di eseguire analisi di pericolosità:

>>> Modulo di contatto

 

 

 

 

CARELAlogo-unten-carelalogo-unten-korinexanlogo-unten-reytec